Obiettivo

La spedizione è partita per la Turchia il 6 agosto 2013 e nell’arco delle tre settimane successive saranno impegnati ad aprire nuovi itinerari a più tiri  sportivi ed alpinistici.

L’etica di apertura che verrà utilizzata rispetterà i canoni di apertura locali e come in altre vie già aperte in Dolomiti, i tasselli ad espansione verranno utilizzati con moderazione e solo dove strettamente necessari, ovvero dove non sia possibile mettere protezioni tradizionali e/o dove sia necessario garantire l'

assoluta

sicurezza della cordata (e.g. soste).

Luogo

La destinazione è il massiccio dell’Aladaglar, che si trova nel sud della Turchia nel gruppo montuoso dei Tauri Centrali

. Ancora poco frequentato da arrampicatori e sci alpinisti, offre la possibilità di compiere grandi ascensioni in ambienti ancora isolati e solitari. L'erosione da parte degli agenti atmosferici delle sue rocce calcaree, hanno dato origine a profonde gole e strette valli che hanno molto in comune, come paesaggio alle nostre dolomiti.

Molte sono le pareti ancora intoccate nelle vallate all’interno del massiccio(vedi foto sotto). 

Queste pareti offrono molte possibilità per l’apertura di nuovi itinerari di difficoltà sostenute e con sviluppi fino a 600 metri. La spedizione si snoderà quasi esclusivamente a quote comprese tra i 2000 e i 3500m d'altezza.

Componenti della spedizione

- Enrico Geremia: Guida Alpina

- Carlo Cosi: A. Guida Alpina

- Andrea Simonini: esperto alpinista

- Nicolò Geremia: esperto alpinista

12/08/13