Volete conoscere da vicino una leggenda? Una leggenda vera? Allora andate a vedere il bel documentario su Shane McConkey, l’uomo che ha compiuto le imprese estreme più audaci che si possano mai immaginare, solo con un paio di sci ai piedi.

Lo sciatore e base jumper Shane McConkey ha visto in faccia la morte talmente tante volte, che ama la vita come poche persone al mondo. Eppure a vedere le imprese "suicide" dell'atleta estremo più estremo di tutti i suoi colleghi non ci crederesti. Un giorno, tuttavia, la morte l'ha avuta vinta, nel 2009 sulle Dolomiti. A testimoniare la sua audacia e il suo talento restano, oltre le parole di chi lo ha conosciuto e ammirato da vicino, tanti filmati e video amatoriali, in parte girati dallo stesso Shane, che compongono l'avvincente documentario diretto da David Zieff e Rob Bruce, che arriva finalmente al cinema in Italia nel circuito The Space dal 25 al 27 novembre.

Il mantra di Shane McConkey era "Hai una sola vita, vivila", insomma, qualsiasi cosa desideri provare, devi crederci e provarla, il suo sogno era compiere imprese incredibili ed estreme con un paio di sci ai piedi e c'è riuscito. Era un atleta eccezionale, pianificava e programmava ogni nuova avventura con grande professionalità, ma insieme sfidava la morte prima ancora che con le sue imprese, con il suo senso dell'umorismo e la sua contagiosa passione per la vita, per questo il documentario su Shane va oltre l'interesse per quello che l'atleta ha compiuto per quanto straordinario sia stato.


23/11/13